50&PIU' (Dicembre 2012)

Mai esagerare con i regali.
Accettarli sempre con il sorriso. Scartarli subito.
Riciclarli? Forse.
Intervista a cura di Barbara DiSarno

"Regalare è un arte che unisce buon senso e buon gusto"
questa la linea guida secondo il fiorentino Alberto Presutti, Maestro di Bon Ton e Galateo e prezioso formatore nell'ambito della Business e Global Etiquette. 

Quali sono quelle piccole regole e accorgimenti che ognuno di noi dovrebbe seguire nella scelta e nella consegna di un dono?

Regalare è un'arte che rifugge ogni eccesso e caduta di tono e il Bon Ton è d'accordo!
Secondo voce popolare il miglior regalo è un "pensierino" scelto col cuore più che con la testa, per evitare "colpi di testa".
Il Bon Ton consiglia la regola di non esagerare mai nel donare, facendo troppi doni e sempre tutti preziosi, perché il regalo guai diventi espressione del proprio "ego".
Il regalo rappresenta, infatti, la manifestazione di un nostro sentimento e non potrà, in alcun caso, esser tale da metter a disagio il suo destinatario.
Sono sbagliati tutti i regali suggeriti dalle tendenze dell'ultimissima moda, che se del caso, ciascuno acquisterà, in proprio, per sé.
Il regalo dovrà, naturalmente essere sempre accompagnato da un biglietto dalla firma chiara, se lo si invia.

Nella ricerca del regalo dell'ultimo minuto a quali idee ci si può affidare  che non denuncino  la frettolosità o l'impersonalità dell'acquisto?

Scegliere all'ultimo minuto un dono, denota che questo non è molto sentito ed è quasi "obbligatorio" nella sua consegna. Perché regalare è un gesto del cuore, non un comportamento che rende più buoni e più belli agli occhi del ricevente.
Un libro è il regalo per eccellenza. E non necessariamente un best seller ma anche un libro d'arte, di fotografia, di raccolta di fumetti d'epoca, e così di seguito.

Certe volte ci si dimentica che esiste non solo un "bon ton" del donare ma anche del ricevere.

La prima regola del Bon Ton è quella di accettare sempre i regali con il sorriso sulle labbra anche quando non piacciono. La seconda, scartarli subito e ringraziare, quindi mai accatastarli da qualche parte per aprirli dopo la cena o la festa di compleanno. I fiori si devono mettere subito in un vaso da esporre in ingresso o in salotto.
La terza regola riguarda il fatto che non si rimandano mai indietro i fiori, anche se rappresentano un messaggio amoroso non gradito e questo a differenza di regali preziosi volti a "comprare" la disponibilità personale o commerciale che si dovranno spedire indietro immediatamente!
Infine, il Bon Ton suggerisce di evitare frasi come "Ma non dovevi disturbarti" o "Ma cosa hai fatto!", offensive, in radice, della sensibilità del donante.

In tempi di crisi, e non solo, l'arte del riciclo del regalo trova ampio spazio in occasione di compleanni, cene e festività.
E' ancora un tabù o questa pratica sta iniziando ad essere sdrammatizzata  e simpaticamente ufficializzata e dichiarata?

Riciclare un regalo non gradito espone al rischio che questo, per un giro infernale, ritorni di dono in dono, a chi lo ha regalato. D'altronde, non potendo dichiarare la contrarietà a "quel" dono, il ricevente non ha molte alternative.
Il Bon Ton consiglia di evitare di rimettere in circolazione il regalo sgradito, e piuttosto, venderlo se ha valore, o buttarlo in cantina, e un giorno, chissà, smaltirlo.
Alcuni hanno ideato casalinghi mercatini di regali non graditi che vengono scambiati con altri, egualmente non piaciuti. Ma è pratica snob e abbastanza di Mal Ton!

Cosa hanno le tradizioni estere da insegnarci sull'arte del dono in termini di cose da imitare ma anche da evitare?

Le tradizioni più particolari in relazione ai regali si riscontrano in Oriente e in Arabia. In Corea un regalo si riceve sempre con entrambe le mani in segno di rispetto e ringraziamento per il donante. Mentre, a differenza delle sciocche scaramanzie nostrane, in Cina non si regalano forbici o oggetti appuntiti e taglienti, non perché portano dolore e morte, ma in quanto simboleggiano il dare un taglio all'amicizia. Per i giapponesi, invece, i regali devono essere sempre di modesto valore economico, mentre da noi vale il principio opposto, generalmente.
Trovandosi in Arabia Saudita sarà bene non fare mai apprezzamenti positivi su qualche oggetto o bene di proprietà dell'anfitrione perché l'Etichetta ne prevede il regalo all'ammiratore e noi italiani, tanto lusingatori per opportunistico calcolo, potremmo svuotare un'intera abitazione.

< TORNA ALL'HOME PAGE

INTIMITA' (27 Dicembre 2017
Il Bon Ton delle feste
Cene e pranzi natalizi sono una bella occasione
per stare insieme, ma perchè tutto fili liscio...

A cura di Livia Pettinelli

CORRIERE DELLA SERA
(4 Febbraio 2017) TEMPI LIBERI:
Dalla tavola ai baci in strada:
il nuovo galateo empatico
Serve più gentilezza nei contatti con gli altri,
avvertono gli esperti di bon ton.
Ma come trovare la «giusta misura»?
Ecco le regole
A cura di Rossella Burattino

IL GIORNALE DI SICILIA (9-02-2016)
Castelvetrano, a lezione di galateo e bon ton
A cura di francesca Capizzi

ELLE spose (Gennaio 2016)
Sì alle regole
A cura di Valentina Mariani

IL TIRRENO (30-03-2015)
A lezione di galateo e buone maniere
con Alberto Presutti


IL TIRRENO (22-01-2015)
Il Galateo a tavola,
una cena con lezione di buone maniere


DONNA MODERNA (13-12-2014)
Il regalo si ricicla con stile

LEGGO (25-02-2013)
Gli angeli della casa
Per i butlers non esiste crisi


50&PIU' (Dicembre 2012)
Mai esagerare con iregali. Accettarli...
Intervista a cura di Barbara DiSarno

LA VOCE DI CIVITAVECCHIA (14-03-2012)
Il Bon Ton protagonista...

IL RESTO DEL CARLINO (28-12-2011)
Lezione di Bon Ton e Affari

IL GIORNALE DI REGGIO (06-10-2011)
A lezione di bon ton dal maestro Presutti
Stasera a Modena il primo degli eventi collaterali
alla mostra delle dive di Gattinoni


IL RESTO DEL CARLINO (03-10-2011)
Edizione di Modena
Ma come ti vesti? Occhio al Bon Ton

IL NUOVO Corriere di Firenze
(03-09-2011)
inserto Speciale SAPORI
Le regole del Galateo: occhio alla linea
ma senza stressare i commensali


IL NUOVO Corriere di Firenze (09-07-2011)
inserto Speciale SAPORI
Il Galateo tra squame e pinne

INFORMATORE COOP (Maggio 2011)
Società & Costume - Bon Ton in cucina
Le buone maniere a tavola: comportamenti...

GOLA GIOCONDA (Dicembre 2010)
parole parole
a cura di Alberto Presutti - Maestro di Cerimonie

UOMO IN CORRIERE (19-09-2009)
L'educazione innanzitutto
Intervista di Elisabetta Failla

CORRIERE UNIVERSITARIO (Settembre 2009)
Bon Ton: ora c'è chi lo insegna
Intervista di Simone Ballocci

IN-FORMAFIRENZEcittà (Settembre 2009)
Intuizione e sensibilità...
Intervista di Luca Campostrini

NATURAL style (n°71 - Maggio 2009)
Rubrica: i tuoi problemi...

NATURAL style (n°70 - Aprile 2009)
Rubrica: i tuoi problemi...

SCSNews (Gennaio-Marzo 2009)
Serate al Club
a cura di Alberto Presutti, docente di Bon Ton

Il Resto del Carlino (18-10-2008)
La kermesse, come allestire un matrimonio perfetto
di Sarah Buono

LEGGO Edizione Bologna (15-10-2008)
Tra fashion e bon ton torna nello storico palazzo
il salone dedicato al matrimonio


LA NAZIONE 24 Ore Prato (11-10-2008)
Sposi & Cerimonie
Dal bon ton al trucco giusto. I segreti del giorno del sì

di Guido Guidi Guerriera

FLAIR (Ottobre 2008)
Se la coppia è in crisi e la carriera langue
l'Etichetta ci salverà


IL CORRIERE DI FIRENZE (18-08-2008)
Corsi tenuti da Alberto Presutti
Dipendenti pubblici a lezione di galateo


LA NAZIONE (15-08-2008)
Il corso: dipendenti pubblici a lezione di Buone Maniere

IL CORRIERE DI FIRENZE (25-03-2008)
Le pillole di bon ton del poeta Presutti
Una guida per evitare gaffe e uscire vivi dalle nozze

di Joselia Pisano

LA NAZIONE (27-01-2008)
Corso di cucina: quattro incontri con un grande chef
all'insegna del galateo


LA NAZIONE Cronaca di Firenze (21-11-2007)
Rubrica: APPUNTAMENTI
A lezione di... matrimonio
di Giulia Quaranta

LA NAZIONE Toscana-Liguria (29-09-2007)
Pagina: CULTURA E SPETTACOLI
A lezione da un professore
Mai dire "piacere" e "salute". Il ritorno del baciamano

di Titti Giuliani Foti

IL CORRIERE DI FIRENZE
(29-09-2007)
"A cura di Alberto Presutti,
ideatore di corsi di galateo certificati"


Sito del Maestro Alberto Presutti
Via Circondaria n° 59 - 50127 Firenze - P.IVA 05069050481 - Riproduzione anche parziale vietata senza esplicito consenso - visualizzazione minima 1024x768 - site map