BENTORNATO GALATEO
2010 - Romano Editore
Pagine 141

"Se è vero che la classe non è acqua, negli ultimi tempi le Buone Maniere e la buona educazione fanno acqua da tutte le parti!
Lo stile e il buon gusto sono, sempre più, elementi fondamentali per distinguersi socialmente e professionalmente per evitare di fare brutte figure che possono danneggiare la nostra immagine, il nostro decoro, il nostro stesso lavoro."

Sono queste le poche, semplici ma significative linee guida che hanno fatto di Alberto Presutti, poeta estemporaneo fiorentino ed esperto di Bon Ton, un vero e proprio punto di riferimento nel campo del 'saper vivere'.

dalla bandella di Copertina



www.postpopuli.it
- (19 Febbraio 2012)

IL GALATEO NON PASSA MAI DI MODA
Le Buone maniere sono la grazia del saper vivere.
Riappropriamocene attraverso la lettura di
un Manuale adeguato ai nostri tempi moderni,
firmato dal Maestro Alberto Presutti

"BENTORNATO GALATEO!", edito da Romano Editore di Firenze, è la nuova opera di Alberto Presutti, maestro di cerimonie e docente di Business Etiquette, e nasce nelle aule dove lui insegna quale formatore.

Le Buone maniere sono il motore della vita, afferma Presutti nel suo sito www.albertopresutti.it, e consentono di tirarsi sempre fuori dall'imbarazzo nel momento del bisogno, e dunque di non sfigurare mai.

L'utilità di questo manuale – che è, peraltro, di facile lettura, semplice ed efficace, quindi consigliato a tutti –, è che si tratta un vademecum tascabile, da poter consultare in ogni situazione della vita quotidiana. È suddiviso in ventuno agili capitoli, che si occupano di settori del Galateo mai frequentati da altri esperti, come il "Galateo del colloquio di lavoro" o il "Galateo condominiale".

Grazie a questa opera di Alberto Presutti, dopo quattro secoli e mezzo dalla pubblicazione del trattato di monsignor Della Casa, pubblicato postumo nel 1558, il Galateo torna ad essere un manifesto da leggere e rispettare, indirizzato in particolare alle giovani generazioni, che devono comprendere che l’educazione e il rispetto di sé e degli altri sono viatico di progresso civile e di corretti rapporti umani.

Il Maestro Presutti è un personaggio noto in tutta Italia nel campo del Galateo, essendo anche consulente di Rai e SKY, lo si può vedere spesso sugli schermi televisivi.



www.heidibusetti.com
- (20 Maggio 2011)

Bentornato Galateo... ovvero, quando bastano piccoli gesti
per portare nel mondo un tocco di eleganza!

Tra pittori che dipingono santi e diavoli, antropologi cartaginesi, personaggi di spicco e piccoli geni, conservo un’amicizia della quale vorrei oggi parlare.

Una figura preziosa, questo personaggio, perché riassume in sè le regole del buon galateo.
Argomento superato? Sarà! Certo è che l’eleganza interiorizzata è una grande dote che ancora oggi ci lascia senza fiato davanti alle attrici e agli stilisti degli anni Cinquanta... quando i toni erano moderati, gli abiti arrivavano alla lunghezza del ginocchio e c’era quel contegno che evoca grande poesia...

E’ grazie a questa amicizia che ho scoperto che esiste un galateo del corteggiamento, un galateo delle Nozze e un galateo delle parole...

Tra le indicazioni, anche quella che parla del primo incontro dove "il perfetto corteggiatore, [...] deve saper attirare l’attenzione femminile strappandole un sorriso con sagacia e ironia. Spesso invece il corteggiatore comune è egocentrico e appare come una ’macchinetta’ logorroica che monologa passato, presente e futuro, magari al singolare".

Ma soprattutto che "Il vero corteggiamento in pieno stile Galateo non deve mai essere ossequioso. Corteggiare una persona non significa infatti che dobbiamo mettere in ombra la nostra dignità". Il nome del mio amico? Il Maestro Alberto Presutti, autore del libro "Bentornato Galateo".

Meditate gente, meditate...



Dirigente
- (numero 1/2 Gennaio/Febbraio 2011)
Rivista cartacea

Business Cafonal

Ce n'è per tutti, da chi grida, anziché parlare, a chi non sa trattare i propri collaboratori con il dovuto rispetto. La maleducazione, vera piaga sociale, è un  pessimo biglietto da visita, anche per il manager.
Nel libro di Presutti spicca proprio la sezione dedicata alla business etiquette, con preziosi consigli per non fare gaffe in azienda e affrontare meeting e pranzi di lavoro con il necessario bon ton.
Infine, se diamo per assodato che piercing e tatuaggi sono out, meno ovvio il nuovo galateo del web, con suggerimenti su email, newsgroup e chatroom.



Degusta
- (Febbraio 2011)
La Rivista del Gusto e del Turismo Enogastronomico

IL GALATEO NON PASSA MAI DI MODA
Le Buone maniere sono la grazia del saper vivere.
Riapproviamocene attraverso la lettura di
un Manuale adeguato ai nostri tempi moderni,
firmato dal Maestro Alberto Presutti

La nuova opera di Alberto Presutti, maestro di cerimonie e docente di Business Etiquette, nasce nelle aule dove lui insegna anche Bon Ton e Galateo, ed infatti è stata scritta su richiesta dei suoi allievi che gli hanno suggerito il titolo dell'opera "BENTORNATO GALATEO!" edita da Romano Editore di Firenze.
Le Buone maniere sono il motore della vita, come afferma Presutti nel suo sito www.albertopresutti.it e consentono di tirarsi sempre fuori dall'imbarazzo nel momento del bisogno e dunque di non sfigurare, oltre chè di salvaguardare la propria immagine.
La riscoperta di insegnamenti di una volta, certo rivisitati in chiave moderna, sono la chiave di lettura e al contempo costituiscono l'utilità di questo manuale che è, peraltro, di facile lettura, semplice ed efficace, consigliato a tutti.
"BENTORNATO GALATEO!" è un vademecum tascabile, da poter consultare in ogni situazione della vita quotidiana. E' suddiviso in ventuno agili capitoli, e se crediamo alla cabala, il numero 21 è il numero del giusto equilibrio, quindi del Galateo in buona sostanza.
Grazie a questa opera di Alberto Presutti, dopo quattro secoli e mezzo dalla pubblicazione del trattato di monsignor Della Casa, pubblicato postumo nel 1558, il Galateo torna ad essere un manifesto da leggere e rispettare, indirizzato in particolare alle giovani generazioni, che devono comprendere che l'educazione e il rispetto di sé e degli altri sono viatico di progresso civile e di corretti rapporti umani.
Il Maestro Presutti è un personaggio noto in tutta Italia nel campo del Galateo.
Ha partecipato come esperto di "Galateo floreale" alla trasmissione di Rai Due "Grazie dei Fiori", oltre esser stato ospite ad "Uno Mattina" su Rai Uno come anche di altri programmi come consulente di Bon Ton.



www.mondointasca.org
- (Gennaio 2011)
a cura di Graziani Capponago del Monte

Un libricino piccolo che pesa come un macigno! "Bentornato Galateo" è un libro teoricamente inutile perché parla di cose talmente ovvie da risultare perfino fastidiose. Eppure è un libro che dovrebbe essere adottato come testo da tutte le scuole d'Italia (e non solo), una lettura obbligatoria per tutti coloro (e sono tanti) che per noncuranza o distrazione dimenticano le norme più semplici della buona educazione e del vivere civile.

Alberto Presutti, l'autore, condensa in 141 paginette di piccolo formato delle semplicissime norme di convivenza che costerebbero pochissima fatica a essere applicate ma che renderebbero la vita molto più facile e piacevole. Prende in esame diverse circostanze della vita quotidiana suggerendo il modo più appropriato per comportarsi. Non casualmente inizia con il Galateo della famiglia, il luogo dove, forse, maggiormente si è persa l’abitudine a un comportamento rispettoso tra i vari membri. Comincia dall'ABC, ricordando che "Per favore" e "Grazie" sono espressioni doverose tantopiù in situazioni comuni, normali, per poi via via esaminare situazioni più particolari senza dimenticare come comportarsi in vacanza e, perfino l’etichetta che dovrebbe essere tenuta via Internet, la cosiddetta "netiquette".

Però, la pagina più importante di tutto il libro è la centoquarantaduesima, una brevissima postfazione dove Presutti condensa il suo credo e lancia il suo invito ad agire: “...è giunto il momento di cambiare rotta! Fate agli altri quello che gli altri vorreste facessero a voi, in termini di rispetto, cortesia e riguardo". Il tutto, però deve essere condito da un pizzico di allegria e umorismo, perché la buona educazione deve essere un modo di essere e non una “ridicola caricatura".



www.focus-online.it
- (7 Dicembre 2010)
a cura di Franca Scotti

Bentornato GALATEO
il volume di Alberto Presutti

L’autore è Maestro Presutti, esperto di Bon Ton e Galateo, vero e proprio punto di riferimento nel campo del saper vivere e delle Buone maniere

La riscoperta di insegnamenti andati perduti e delle vecchie regole del Galateo, aggiornate e rese fruibili anche ai nostri giorni. È questo il contenuto della nuova opera di Alberto Presutti scritta su richiesta dei suoi allievi ma anche delle persone che incontra ogni giorno.
Per riscoprire gli insegnamenti di una volta, rivisitati in chiave moderna. Il manuale è una breve e facile lettura, semplice ma efficace la cui lettura è consigliata a tutti, un vademecum da poter utilizzare in ogni situazione della vita quotidiana, dalla cena romantica ai locali pubblici, dalle vacanze al colloquio di lavoro, dall'ospitalità al condominio.
Il Maestro Presutti è un personaggio noto in tutta Italia nel campo del Galateo. Ha partecipato come esperto di Galateo floreale alla trasmissione di Rai Due "Grazie dei Fiori", oltre esser stato ospite a "Uno Mattina" su Rai Uno, inoltre è contributor di riviste e siti web per i quali cura rubriche di "Pillole di Bon Ton". Grazie a ciò, dopo anni di studio ed osservazione delle diverse situazioni presenti nella vita quotidiana, ha sviluppato una grandissima preparazione nel campo delle buone maniere anche aziendali, per il nuovo millennio.
"Bentornato Galateo" è edito da Romano Editore di Firenze.




Sì, la rivista per chi si sposa
- (Ottobre 2010)
recensione di Stefania Abbattista

Bentornato GALATEO
(un fresco Bon Ton in versione moderna)

Chi ha detto che il galateo è "roba di altri tempi"?
Alberto Presutti ci mostra in 141 pagine scorrevoli e divertenti, che le buone maniere sono vive e vegete, e che oggi più che mai se ne sente il bisogno.
Non un rigido e noioso codice compartimentale, ma un fresco "manifesto del vivere civile".
Conoscere il "come" significa, in tutti i campi, avere padronanza dei propri mezzi, delle situazioni, sentirsi a proprio agio e fondare ogni rapporto interpersonale sul rispetto profondo.
Come dire: se si è gentili ed educati vivere riesce meglio, e molti più sorrisi ritornano indietro.
Così Presutti snocciola un vademecum piacevole da maneggiare e sfogliare, in un formato pocket che sembra fatto apposta per entrare in borsa e farsi consultare all'occorrenza.
Ventuno capitoli che assistono nella vita di tutti i giorni come nelle occasioni fuori dall’ordinario, e agevolmente conducono il lettore dal Galateo della famiglia (luogo domestico in cui qualche volta l'abitudine porta a spiacevoli degenerazioni da quotidiano) a quello della cena romantica, dal Galateo dell'ospitalità a quello dell'abbigliamento.
Non si tralascia neppure un originale Galateo della sala da ballo, situazione che della vita è per certi versi "affascinante metafora".
In questo percorso, con un linguaggio svecchiato e molto attuale, si arriva al capitolo dedicato alle nozze, perché "che sia solenne oppure semplice, ogni cerimonia ha determinati rituali da rispettare".
Tutti i momenti vanno organizzati nel dettaglio, cominciando dalle partecipazioni. E’ infatti proprio l'annuncio che fin da subito denota gusto e stile dei futuri sposi. L'invito a partecipare è quasi un biglietto da visita, ha l'intento di informare e coinvolgere, va scritto con cura senza tralasciare la semplicità. La ridondanza e l'eccesso sono distanti anni luce dalla garbata misura del nostro galateo moderno.
Si passa poi ai ringraziamenti: con quali parole farli, in che modo e con che tempi? Presutti non manca di affrontare anche un momento di effetto come quello dell'ingresso in chiesa: come entrare, come sistemarsi a sedere durante la cerimonia, come uscire.
Essenziale, poi, uno sguardo al look, non solo della sposa che notoriamente catalizza l'attenzione dei più, ma anche degli altri partecipanti.
Il lettore può sempre ricorrere al sommario, andando a pescare la situazione che più gli interessa, quando è colto da un dubbio e vuole la certezza di non sbagliare.
Con il suo "BENTORNATO GALATEO!" gioviale fin dal titolo, il maestro fiorentino riscrive a suo modo una strada verso la gentilezza d'animo, insegna il bon ton con morbidezza e l'invito a non prendersi mai troppo sul serio, per non correre il rischio di risultare affettati e goffi.Non si tratta di una enciclopedia da imparare a memoria, ma di un insieme di valori e forme che conducono all’amore per la vita, per se stessi e per gli altri. Amore di cui il matrimonio, in fondo, non è che una delle espressioni.



www.ventonuovo.eu
- (8 Ottobre 2010)
recensione di Michele Caruso

"Sono pronto a pagare la capacità di trattare con la gente più di qualsiasi altra capacità al mondo." (John D. Rockfeller)

Devo ammettere, con assoluta onestà intellettuale, che recensire un libro come "Bentornato Galateo" del maestro di Bon Ton, Alberto Presutti, non è un’impresa facile.
Non fosse altro che se svelassi anche solo una parte considerevole dei suoi contenuti, strapperei al lettore quella curiosità che deve accompagnarlo, pagina dopo pagina, nella lettura di questo prezioso volumetto.
Per ciò che mi riguarda, infatti, si è dimostrata essere una di quelle letture senza respiro, in apnea dal mondo, alla continua ricerca di quanto distanti fossero i miei modi di fare, di scrivere, di relazionarmi con gli altri, rispetto ai canoni propri della bellezza comportamentale.
"Bentornato Galateo" è, quindi, a buon diritto un viaggio affascinate in tutte le dimensioni che rivestono il quotidiano vivere: partendo dal miglior modo per affrontare un colloquio di lavoro, un corteggiamento, una cena amorosa, si approda elegantemente al Galateo Ecologico e a quello del Web, di cui oggigiorno abbiamo tanto bisogno.
Il libro pullula di accorgimenti e nozioni davvero interessanti: quanti di voi sapevano, ad esempio, che il tulipano rosso simboleggia il vero amore e che la leggenda popolare racconta che il fiore sia nato dal sangue di un giovane suicidatosi per amore?
Non posso fare a meno di sottolineare anche l’importanza pedagogica e didattica del libro in questione. Proprio in questa nostra società dove "tutto pare dovuto, tutto è un obbligo, che fretta, stress e la condivisione di spazi ristretti non possono più giustificare". ”Mettere in pratica le buone maniere è il primo passo verso il successo e la soddisfazione personale!
E le regole indicate all’interno del libro, precisa l’autore, vanno seguite "con allegria e umorismo, per non cadere mai nell'affettazione, e quindi nel ridicolo".
L'arma vincente resta sempre la capacità di ascoltare il proprio cuore e di usare la testa. E ricordiamoci che con la bontà e la gentilezza si può conquistare tutto e tutti.
Alberto Presutti, con maestria e raffinatezza di linguaggio, offre un manuale fresco e divertente per affrontare con stile la vita moderna.
Bastano pochi piccoli gesti per portare nel nostro mondo quel tocco di eleganza ormai dimenticato che fa la differenza e ci mette subito al centro dell'attenzione.Non mi resta che dire, quindi, dopo 450 anni, "Bentornato Galateo"!



www.dandystyle.net
- (7 Ottobre 2010)

Alberto Presutti: Bentornato Galateo
Un manuale per riscoprire le buone maniere

"Se è vero che la classe non è acqua, negli ultimi tempi le buone maniere e la buona educazione fanno acqua da tutte le parti".
Parola di Alberto Presutti, poeta estemporaneo fiorentino ed esperto di Bon Ton, un vero e proprio punto di riferimento nel campo del "saper vivere".
"Lo stile ed il buon gusto - continua il maestro Presutti - sono sempre più elementi fondamentali per distinguersi socialmente e professionalmente, per evitare di fare brutte figure che possano danneggiare la nostra immagine, il nostro decoro, il nostro stesso lavoro".
Osservando le diverse situazioni della vita quotidiana di ognuno, Alberto Presutti ha sviluppato negli anni una preparazione a 360 gradi nel campo delle buone maniere del nuovo millennio.
Un condensato di ciò, lo si ritrova in "Bentornato Galateo" (Romano Editore), un manuale fresco e divertente per affrontare con stile la vita moderna.
Che si tratti di insegnare il Galateo dei fiori o il comportamento da osservare a un colloquio di lavoro, Alberto Presutti fa riscoprire il fascino del Galateo moderno, il più delle volte dimenticato e più che mai tornato ad essere indispensabile.
Bastano pochi piccoli gesti per portare nel nostro mondo quel tocco di eleganza ormai dimenticato che fa la differnza, e che ci pone - da autentici Dandy - al centro dell'attenzione.



Realtà Industriale
- (Agosto 2010)

"Ricordatevi sempre che il galateo è la grazia del saper vivere!". In questa frase con la quale l’autore chiude il suo scritto, c’è tutta la filosofia di questo simpatico volumetto che ci insegna a recuperare un po’ di quelle "buone maniere" che sembrano andate definitivamente perdute. Un galateo che non è più quello, un po’ antiquato, di Monsignor Della Casa e che si è adeguato ai tempi moderni e alle nuove tecnologie, ma che nondimeno, ci fa riflettere su quanto, purtroppo, si sia diffusa una certa sciatteria nei comportamenti di tutti i giorni.
Una lettura piacevole che, proprio d’estate quando le occasioni sociali sono più frequenti, ci può aiutare a ritrovare le buone maniere nell’abbigliamento, come nel fare e ricevere regali, nello stare a tavola come nell’uso del web, nel parlare come nel corteggiamento.



www.iltrillodeldiavolo.it
- (29 Agosto 2010)
recensione di Enrico Zoi

Sono passati oltre 450 anni dal trattato Galateo overo de' costumi di monsignor Giovanni della Casa, che è del 1558. Oggi il poeta e maestro del bon ton fiorentino Alberto Presutti scrive il suo Bentornato Galateo, già alla seconda ristampa dopo la prima edizione del febbraio 2010. Ventuno capitoli (trenta nel trattato cinquecentesco, ma erano frutto probabilmente dell'intervento dell'editore, essendone il manoscritto sprovvisto) in cui ce n'è per tutti, dalla famiglia al web, dalle vacanze al condominio, dai fiori ai regali, dalla cena romantica all'ecologia. 
Con prosa semplice ed elegante, Presutti riversa tutto il suo scibile nelle buone maniere in una summa estremamente condensata, però efficace. A volte la raffica di consigli sembra un po' costringere il lettore nelle molte regole più che scioglierlo nella desiderata disinvoltura derivante dalla coscienza di avere acquisito un comportamento corretto, ma è una falsa prospettiva che proviene dalla lettura tutta d'un fiato, non adatta alla pubblicazione.
È un manuale, un prontuario, un dizionario organizzato per brevi aree tematiche: usiamolo, anzi consultiamolo quando ci serve. E i conti fatalmente torneranno. Quanto alla scelta di suddividere la trattazione in ventuno parti, non è casuale. Il classico significato esoterico del numero 21 infatti riconduce alla fortuna, al successo nella vita e nel portafoglio, all'affermazione della persona. Leggete il mio libro e vi troverete bene, pare dire l'autore.
D'altronde anche la cabala è con lui: il 21 è il numero dell'amicizia sincera e del giusto equilibrio, da Galateo insomma. Ma è pure la cifra dei codici e delle regole. Perfetta dunque per una serie di consigli e prescrizioni. A chiudere il cerchio ci pensa lo stesso Presutti, chiosando un'opera ai nostri occhi apparsa felicemente leggera e per buona parte da memorizzare e calare nelle molte circostanze dell'esistenza: “il Galateo, scrive nella conclusiva epistola ai lettori, è la grazia del saper vivere”.

Alberto Presutti abita a Firenze e opera da anni in tutta Italia nella formazione sia aziendale sia dedicata a privati e associazioni, con corsi di Business Etiquette, Bon Ton, Galateo e Comunicazione del benessere. Ha partecipato come esperto di Galateo floreale alla trasmissione di Rai Due Grazie dei Fiori. Collabora con riviste e siti web ed è stato ospite di Uno Mattina.



www.silarivistaperchisisposa.com
- (Luglio 2010)
recensione di Stefania Abbattista

Chi l'ha detto che il galateo è "roba d’altri tempi"?
Alberto Presutti ci mostra, in 141 pagine scorrevoli e divertenti, che le buone maniere sono vive e vegete, e che oggi più che mai se ne sente il bisogno. Non un rigido e noioso codice comportamentale, ma un fresco "manifesto del vivere civile".Conoscere il "come" significa, in tutti i campi, avere padronanza dei propri mezzi, delle situazioni, sentirsi a proprio agio e fondare ogni rapporto interpersonale sul rispetto profondo. Come dire: se si è gentili ed educati vivere riesce meglio, e molti più sorrisi ritornano indietro. Così Presutti snocciola un vademecum piacevole da maneggiare e sfogliare, in un formato pocket che sembra fatto apposta per entrare in borsa e farsi consultare all’occorrenza. Ventuno capitoli che assistono nella vita di tutti i giorni come nelle occasioni fuori dall'ordinario, e agevolmente conducono il lettore dal Galateo della famiglia (luogo domestico in cui qualche volta l’abitudine porta a spiacevoli degenerazioni da quotidiano) a quello della cena romantica, dal Galateo dell’ospitalità a quello dell’abbigliamento. Non si tralascia neppure un originale Galateo della sala da ballo, situazione che della vita è per certi versi "affascinante metafora". 
In questo percorso, con un linguaggio svecchiato e molto attuale, si arriva al capitolo dedicato alle nozze, perché "che sia solenne oppure semplice, ogni cerimonia ha determinati rituali da rispettare".
Tutti i momenti vanno organizzati nel dettaglio, cominciando dalle partecipazioni. È infatti proprio l'annuncio che fin da subito denota gusto e stile dei futuri sposi. L’invito a partecipare è quasi un biglietto da visita, ha l'intento di informare e coinvolgere, va scritto con cura senza tralasciare la semplicità. La ridondanza e l’eccesso sono distanti anni luce dalla garbata misura del nostro galateo moderno. 
Si passa poi ai ringraziamenti: con quali parole farli, in che modo e con che tempi? Presutti non manca di affrontare anche un momento d'effetto come quello dell'ingresso in chiesa: come entrare, come sistemarsi a sedere durante la cerimonia, come uscire. Essenziale, poi, uno sguardo al look, non solo della sposa che notoriamente catalizza l'attenzione dei più, ma anche degli altri partecipanti. Il lettore può sempre ricorrere al sommario, andando a pescare la situazione che più gli interessa, quando è colto da un dubbio e vuole la certezza di non sbagliare.
Con il suo "Bentornato Galateo" gioviale fin dal titolo, il maestro fiorentino riscrive a suo modo una strada verso la gentilezza d'animo, insegna il bon ton con morbidezza e l'invito a non prendersi mai troppo sul serio, per non correre il rischio di risultare affettati e goffi. Non si tratta di un'enciclopedia da imparare a memoria, ma di un insieme di valori e forme che conducano all’amore per la vita, per se stessi e per gli altri. Amore di cui il matrimonio, in fondo, non è che una delle espressioni.



www.055news.it
- (29 Luglio 2010)
recensione di Luca Campostrini

Riappropriamoci del Bon Ton con "Bentornato Galateo",
nuovo volume di Alberto Presutti

È superfluo dirlo, basta guardarsi intorno per avere la triste conferma di quanto la maleducazione e l'assenza di stile regnino incontrastati nella nostra società.
Ben vengano quindi contributi mirati a mettere l'accento sull’importanza del "sapersi comportare", o del "Bon Ton", che dir si voglia. In quest'ambito si colloca a buon diritto "Bentornato Galateo" (Romano Editore, 110 pagine, € 10), scritto dal fiorentino Alberto Presutti, poeta estemporaneo ed esperto di Bon Ton e di buone maniere.
L'autore ha raccolto in quest'opera i vecchi insegnamenti delle regole comportamentali andati perduti, quegli stessi insegnamenti che aveva appreso dalla sua famiglia e che ha attualizzato. «Ho dedicato questo  volume - ha spiegato Presutti - a chi ha sempre creduto in queste regole e principi, e specialmente a chi ne sente il bisogno».
"Bentornato Galateo" è un manuale semplice, di diretta comprensione ed efficace, la cui lettura è indirizzata ad un vasto bacino di fruitori. Al suo interno si trovano consigli per la vita di tutti i giorni, sia all'interno della famiglia sia sul luogo di lavoro, ma anche indicazioni per occasioni speciali; non mancano naturalmente i classici consigli su come comportarsi a tavola o su come comunicare attraverso i fiori, oltre a informazioni su come scrivere sul web o su come si devono educare i propri animali domestici.
Insomma, dopo quattro secoli e mezzo dalla sua pubblicazione (fu scritto da monsignor Giovanni Della Casa tra il 1551 e il 1555 e pubblicato postumo nel 1558), il Galateo torna ad essere un manifesto del vivere civile, indirizzato in particolare ai giovani, che devono comprendere che solo l'educazione e il rispetto di sé e degli altri possono essere motore di progresso civile e di corretti rapporti umani.
Un Galateo ovviamente attualizzato nonché adattato agli standard della vita contemporanea.



www.sienalibri.it
- (Febbraio 2010)

La riscoperta di insegnamenti andati perduti e delle vecchie regole del Galateo, aggiornate e rese fruibili anche ai nostri giorni. E’ questo il contenuto di "Bentornato Galateo" il libro che il Maestro di Bon Ton, Alberto Presutti, ha deciso di scrivere su richiesta dei suoi allievi ma anche delle persone che incontra ogni giorno.
Un manuale semplice ma efficace la cui lettura è consigliata a tutti. Al suo interno consigli per la vita di tutti i giorni, sia all’interno della famiglia che sul luogo di lavoro ma anche indicazioni per occasioni speciali. In Bentornato Galateo troveremo dai classici consigli su come comportarsi a tavola o su come comunicare attraverso i fiori ma anche informazioni su come scrivere sul web o su come si devono educare i propri animali domestici.
Dopo 450 anni dalla sua pubblicazione, il Galateo, attualizzato torna ad essere un manifesto del viver civile, consigliato a tutti, in particolar modo ai giovani, che stanno imparando dalla vita che solo l’educazione e il rispetto di sé e degli altri possono essere motore di progresso civile e di corretti rapporti umani.
Il volume è dedicato, come scrive lo stesso Presutti, a chi ha sempre creduto a queste regole e principi e a chi ne sente il bisogno.
Maestro di Bon Ton e di buone maniere, poeta estemporaneo, Alberto Presutti ha raccolto in quest’opera i vecchi insegnamenti delle regole comportamentali andati perduti, quegli stessi insegnamenti che aveva appreso dalla sua famiglia e che ha attualizzato.



Presentazione di BENTORNATO GALATEO

presso il "Cavalluccio Marino" - Lido di Camaiore (LU)
per la Rassegna "UN MARE DI LIBRI 2010"
a cura di Demetrio Brandi.



Alberto Presutti illustra il suo libro al numeroso pubblico...



Un attento pubblico segue il dibattito sugli argomenti
di "BENTORNATO GALATEO!"...



www.segretidipulcinella.it
- (Marzo 2010)

"Se è vero che la classe non è acqua, negli ultimi tempi le Buone Maniere e la buona educazione fanno acqua da tutte le parti!”
Lo stile e il buon gusto sono, sempre più, elementi fondamentali per distinguersi socialmente e professionalmente per evitare di fare brutte figure che possono danneggiare la nostra immagine, il nostro decoro, il nostro stesso lavoro."
Sono queste le poche, semplici ma significative linee guida che hanno fatto di Alberto Presutti, poeta estemporaneo fiorentino ed esperto di Bon Ton, un vero e proprio punto diriferimento nel campo del 'saper vivere'.
Osservando le diverse situazioni della vita quotidiana di ognuno, il Maestro Presutti ha sviluppato, negli anni, una preparazione a 360 gradi nel campo delle Buone Maniere del nuovo millennio dedicata a tutti coloro che ne hanno capito l'assoluta importanza.
Che si tratti di insegnare il "Galateo de Fiori" o il comportamento da osservare ad colloquio di lavoro o l'etichetta delle vacanze, il Maestro fiorentino fa riscoprire il fascino del Galateo moderno, il più delle volte dimenticato e più che mai tornato ad essere indispensabile.
(Ecco quindi che il sapersi comportare diventa imprescindibile regola nella vita quotidiana e nei suoi rapporti: dalle presentazioni all'abbigliamento, dall'uso educato del cellulare al galateo a tavola, dal ricevimento degli ospiti al comportamento da osservare in occasione di incontri galanti, bastano, infatti, poche divertenti regole per imparare a migliorare noi stessi e chi ci sta intorno.)



www.aphorism.it
- (9 Marzo 2010)
a cura di Luigi De Luca

Ogni volta che Alberto Presutti annuncia la pubblicazione di un suo libro, per noi di Aphorism.it è un momento importante. Alberto è stato tra i primissimi autori a iscriversi al sito, ad apprezzarlo, a promuoverlo. Abbiamo collaborato molto, lui ci ha visto crescere e noi l'abbiamo seguito in tutte le sue istrioniche trasformazioni, confermandoci sempre l'idea di avere incrociato la strada con un vero professionista della parola.

Così, dopo le poesie su commissione, dopo averlo visto ospite in TV, ascoltato in radio, apprezzato per i versi dello splendido "Dell'Odiato Amore", è stata una gradevole sorpresa vederlo addirittura alle prese con il Galateo.

Sì, Alberto Presutti, esperto di etichetta e bon ton, ha sentito che era arrivato il momento di rispolverare le norme comportamentali raccolte quasi cinque secoli fa nel celebre capolavoro di monsignor Giovanni della Casa.

Ma, ovviamente, non poteva limitarsi a una semplice rilettura, no. Alberto ci prende per mano e ci accompagna tra classico e contemporaneo, tra buona educazione e buon senso, rivelandoci tanti particolari gustosi e curiosità che ci aiuteranno ad agire nel modo giusto, a intervenire puntualmente in qualsiasi occasione.

Il libro è diviso in pratici capitoli e gli argomenti trattati sono molti: famiglia, parole, colloquio di lavoro, fiori, corteggiamento, cena romantica, locali pubblici, vacanze, nozze, comportamento in pubblico, Internet, sala da ballo, regali e tanto altro ancora. Che dire, c'è bisogno di un libro così di questi tempi, e sarebbe davvero utile che incominciassero a leggerlo proprio i più giovani, spesso accusati di aver dimenticato le buone maniere e la loro importanza. E poi anche gli adulti, affinché possano tornare a dare orgogliosamente l'esempio, riprendendosi il ruolo di educatori che troppo spesso è stato delegato alla televisione. Il nostro augurio per Alberto e il suo libro è che sempre più persone possano dire: "Bentornato Galateo!"



Presentazione di BENTORNATO GALATEO

Cioccolateria COCCOLE, 11 Febbraio 2010:
Alberto Presutti presenta il suo Manuale di Buone Maniere
con "pillole" di Galateo del Cioccolato



Alberto Presutti presenta la sua opera...



... e risponde alle domande del pubblico intervenuto.



Molta curiosità ed attenzione tra i presenti.



LA NAZIONE Cronaca di Firenze
- (11 Febbraio 2010)
recensione di Letizia Cini

ELOGIO DEL GALATEO
L'educazione questa sconosciuta

Voglia di gentilezza. La memoria di un educazione andata perduta.
Ma - con grande gioia di tutti i nostalgici - forse c'è ancora tempo per un recupero. Sull'onda del breve trattato scritto da Monsignor Giovanni Della Casa tra il 1551 e il 1555 (e pubblicato postumo nel 1558), ecco qualcuno capace di ricordarsi della buone maniere. E di metterle per iscritto.
Diamo il benvenuto, quindi, alla riscoperta di insegnamenti andati perduti e delle vecchie regole del Galateo, aggiornate e rese fruibili anche ai nostri giorni. E' questo il contenuto di "Bentornato Galateo!" il libro che il Maestro di Bon Ton, Alberto Presutti, ha deciso di scrivere su richiesta dei suoi allievi ma anche delle persone che incontra ogni giorno. Un manuale semplice ma efficace la cui lettura è consigliata a tutti.
Al suo interno consigli per la vita di tutti i giorni, sia all'interno della famiglia che sul luogo di lavoro ma anche indicazioni per occasioni speciali. Ecco, nero su bianco, i classici consigli su come comportarsi a tavola o su come comunicare attraverso i fiori, ma anche informazioni su come scrivere sul web o su come si devono educare i propri animali domestici.

Dopo 450 anni della sua pubblicazione, il Galateo, attualizzato torna a essere un manifesto del vivere civile, consigliato a tutti, in particolar modo ai giovani, che stanno imparando dalla vita che solo l'educazione  e il rispetto di sé e degli altri possono essere motore di progresso  civile e di corretti rapporti umani.
"Il volume è dedicato a chi ha sempre creduto a queste regole e principi e a chi ne sente il bisogno", come scrive Alberto Presutti, nato a Firenze nel 1958, ideatore e docente di corsi di business etiquette per manager e dipendenti pubblici.
Durante la presentazione - in programma in anteprima oggi pomeriggio alle 17 alla Cioccolateria "Coccole" in via De Ginori 55/r - l'autore terrà una lezione con consigli su come stare a tavola o comunicare attraverso i fiori.
Chiunque abbia voglia di cimentarsi con questa nobilissima "arte" potrà farlo degustando una tazza di delizioso cioccolato o un the. Ovviamente, sotto l'occhio vigile di Alberto Presutti, esperto di bon ton in occasione di matrimoni ma anche "business etiquette" ed è stato l'esperto ufficiale delle 12 puntate della trasmissione "Grazie dei Fiori" su RAI DUE.



IL NUOVO CORRIERE
(11 Febbraio 2010)
Pagina TENDENZE

Alberto Presutti presenta il suo libro
La riscoperta di insegnamenti andati perduti

Una anteprima libraria dal sapore dolce per il maestro del bon ton Alberto Presutti. Oggi pomeriggio, alle 17, presso la Cioccolateria "Coccole" - l’autore presenterà il suo nuovo libro "Bentornato Galateo!" (Romano editore, pagine 110, 10 euro) e terrà una lezione con consigli su come stare a tavola o comunicare attraverso i fiori.
Il libro porta alla riscoperta di insegnamenti andati perduti e delle vecchie regole del Galateo, scritto ben 450 fa, aggiornate e rese fruibili anche ai nostri giorni.
Come è nato il suo interesse per il galateo? "Provengo da una famiglia borghese dove il rispetto delle regole è sempre stato fondamentale. Nel corso delle serate di poesia estemporanea ho gradualmente introdotto pillole di bon ton che hanno sempre riscosso molto interesse. E ne ho fatto una professione. Tramite il mio sito ho poi iniziato a proporre dei corsi su come comportarsi a tavola, come corteggiare una donna, come essere una "sophisticated lady" e corsi di "business etiquette" dedicati all'insegnamento delle regole nel mondo del lavoro”.
Qual è la differenza tra galateo e bon ton? "Il bon ton comprende il galateo che è dedicato esclusivamente alle buone maniere a tavola” spiega Presutti.
Come mai c'è tanto interesse per il bon ton ma in realtà spesso la buona educazione è latitante? "Il '68 in Italia ha segnato il confine del rispetto delle regole. La liberazione selvaggia dei costumi ha scardinato il sistema delle regole toccando tutte le realtà sociali".
Consigli per la vita di tutti i giorni, sia all'interno della famiglia che sul luogo di lavoro ma anche indicazioni per occasioni speciali.

< TORNA ALL'HOME PAGE
Libri:

BENTORNATO GALATEO (2010)

In:
10 REGOLE PER VIVERE COL PARTNER
di Paola Capitani
Confidenze di un poeta estemporaneo
(capitolo dedicato ad Alberto Presutti)

Pubblicazioni su Rubriche:

ETIQUETTE

ECOGRAFIA

LA PIAZZA


Sito del Maestro Alberto Presutti
Via Circondaria n° 59 - 50127 Firenze - P.IVA 05069050481 - Riproduzione anche parziale vietata senza esplicito consenso - visualizzazione minima 1024x768 - site map